Archivi

Cambio casa e cambio anche io…

trasloco2013

Con gioia posso dire di aver trovato una casa più grande e confortevole e, cosa ancor più spettacolare, è l’affitto!  Risparmierò ben duecento euro al mese.

Al momento però sono un po’ stressata, manca un mese al trasloco definitivo e sono sommersa da scatoloni. Mai come al momento di traslocare ci rendiamo conto della quantità di oggetti e arredi che si è accumulata nella nostra esistenza… e mai come al momento di traslocare emerge l’esigenza di fare ordine, liberarsi del superfluo, dell’inutile, per iniziare una nuova vita!

 

Stagionale e non solo…

Due panchine gialle, un girocollo con perla, un cartello di cartone: ma non sembrano anche a voi regali bellissimi?

In quattro mesi alla Nespak ho ricevuto tanta amicizia e affetto! Un giorno Valentina mi ha detto: ”Sai Monica non è facile per noi, tutti gli altri stagionali venivano qui e facevano il compitino, tu non sei così e noi non ci siamo abituati”. Sul momento ci rimasi anche male ma poi ho capito che era una bella cosa quella che mi stava dicendo Valentina: è vero, non facile abituarsi al mio entusiasmo al mio fiume di parole.

Ne sa qualcosa Guido… del mio fiume di parole (l’ho distrutto).

Con Luisa, Fabio, Giacomo e Francesca ho condiviso tante emozioni seduti per terra, ma alla fine ci hanno regalato le panchine un salottino all’aperto dove raccontarsi…

E poi ci sono loro, i Facchini di MassaLombarda,  i “ragazzi” addetti al carico dei camion e dei container, ma per me sono stati soprattutto amici. Si dice che è difficile entrare nel cuore dei Facchini, essendo uomini rudi abituati a fare tanta fatica ad usare poche parole ma non è affatto vero: quelli di MassaLombarda sono differenti e io lo posso dire e confermare!

Sono stati quattro mesi intensi e importanti, spero (nel mio cuore ci spero) mi possano far tornare a lavorare in Nespak: è una bella azienda una bella realtà e vorrei farne ancora parte!

Image

Guido responsabile ufficio spedizioni  deve tenere a “bada” Luisa, Valentina e Francesca

Giuseppe Presidente della Cooperativa Facchini Massalombarda deve tenere a “bada”

Ingio, PoveroClaudio, Bolla, VittorioF ,Renato,Aldo ,Iosa,Denis,VittorioM, Alan,Ivan,Paolo,

Gabriele,Gino ,Marco …mi perdonerete se non vi nomino tutti ma sappiate che siete nel mio cuore!

Grazie ragazzi per tutto l’aiuto e le risate che mi avete fatto fare!

 

 

Nespak

E se vi dicessi che sono felice? Ebbene lo sono e in poche righe, per non annoiare nessuno, proverò a scrivere perché.

Ho trovato un lavoro!

Sì, mi hanno scelta dopo aver intervistato alcune candidate, è un lavoro a tempo determinato in una bella azienda a Massa Lombarda;  si chiama Nespak ed io sarò d’aiuto nell’ufficio spedizioni. Mi sento di nuovo viva nel vero senso della parola!

Ho un programma di lavoro da imparare e persone stupende da conoscere, ed ho di nuovo una lunga estate per arricchire me stessa con nuove emozioni e sensazioni.

Posso affrontare questo cammino con serenità,  gli esami vanno bene, il cancro è fermo ed io mi sento in forma! Non ho nessuna intenzione di smettere di scrivere e di leggervi, mi siete stati tutti vicino e siete importanti per me: avete fatto in modo che non mi sentissi mai sola. Ecco perché sono sicura che in questo momento della mia vita sarete felici per me e con me!

Adesso ogni volta che al supermercato comprerete pesche, albicocche oppure due buone braciole confezionate in quei bei contenitori, penserete a me: la Nespak è azienda leader nella produzione di tanti di questi articoli che poi spedisce in tutta Italia e nel mondo.

Ho fatto un giretto

Sorbole! Son tornata da una settimana e fra una cosa grave come il terremoto e una cosa meno grave come non avere l’adsl funzionante, non sono riuscita a raccontarvi ancora niente!

Beh, ora cerco di rimediare.

Sono stati dieci giorni a New York molto belli, in ottima compagnia, mi sono divertita  ed emozionata.

Erano  sei anni che non ci tornavo, ho visto questo e quello, ho mangiato bene ma poco, mettono l’aglio ovunque e io sono allergica in maniera grave… ho camminato tanto, ho resistito alla tentazione e non comprato nessun paio di scarpe (Manolo Blahnik), mi sono accontentata di ammirare la vetrina!

Il MoMa mi ha deluso, non ho fatto il giro in carrozza (non ho convinto nessuno del gruppo a venire con me)

non ho visto nessuno spettacolo a Broadway,  però Spiderman era ovunque e quindi va bene così…

Però ho fatto tutte quelle cose che detesto fare, in fondo in democrazia vince la maggioranza e quindi: SHOPPING COMPULSIVO (Roberta era impazzita), ma un giorno veramente stupendo, dove mi sono sentita felice veramente e in pace con il mondo, l’ho avuto: la gita a Montauk!

Abbiamo percorso tutta Long Island e siamo arrivati fino in fondo alla strada e poi.. solo un faro e…

l’oceano…e con questo vi ho detto tutto!

 

 

Monica goes to…New York

Vi lascio in compagnia del corso di romagnolo sarò assente fino al 27 Maggio 2012

Lezione di strafalcioni romagnoli

Termine,traduzione ed esempio di utilizzo:

Navaccio  (contenitore per uva) forza ragazzi riempiamo ancora un navaccio poi andiamo a casa.

Ninino  (maialino) questa volta la scrofa ha fatto dieci ninini

Oimo (Olmo)  un tempo i filari di viti erano pieni di oimi.

Oltro (caspita) Oltro! Non pensavo fossi così esperto.

Orecchioni (tortelli di ricotta ) gli orecchioni vanno conditi con burro e salvia!

Osta  (accidenti) Osta, come è buona questa torta!

Paciarra (fanghiglia) a forza di piovere si è fatta una gran paciarra.

Padito  (mingherlino) devi mangiare di più, non vedi come sei padito?

Palugo  (riposino) oggi dopo pranzo voglio farmi un bel palugo.

Panacca (botta) mi si sono rotti i freni della bicicletta e ho dato una gran panacca.

Parcossato (scosso/spaventato) gli è apparso così all’improvviso che si è parcossato.

Passo (appassito) come sono passi quei fiori,dagli un po’ d’acqua.

Piaga (persona noiosa) come fate tutto il giorno a sopportare quella piaga della Geltrude…

Picina (tangente) ha cambiato partito ma l’abitudine di chiedere la picina non l’ha persa!

Pila (torcia) accendi quella pila che devo cercare le chiavi.

Pippaculo (paura) è andato davanti ai tori,ma con un bel pippaculo!

Pippio (fare il muso) non fare il pippio ,dopo se sarai brava ci torniamo alle giostre.

Pirò (sonno) ecco è arrivato pirò, buonanotte a tutti.

Posta (agguato) gli ho fatto la posta sotto casa e poi l’ho menato!

Prillarsi (voltarsi) quando passa la Giovanna si prillano tutti!

Prillino (capogiro) uffa con questo caldo mi è preso un prillino.

Pugnetta (masturbazione)….e come si usa dire: Fatti non pugnette !