Archivio tag | parlo di me

Un vero lavoro

Logo Naturalia

Ricominciare da zero e dopo 6 mesi vi dico che…

 

…Poi ti capita che alla  cena di Natale con i tuoi nuovi colleghi ti senta a casa, a tuo agio capita che qualcuno ti sorrida in modo sincero o anche che qualcuno tenga la testa abbassata quasi intimorito e ti domandi se e quanto avrà sofferto…E allora tocca fare il primo passo e quella sera avevo tolto le scarpe da ginnastica e indossato i tacchi e il mio sorriso migliore, in fondo era la prima volta che incontravo quasi tutti i miei colleghi di lavoro e credetemi  da allora ad oggi mi stanno arricchendo  la vita! Avrei tanta voglia di parlarvi di loro però credo che prima chiederò il permesso.Posso solo dirvi che ho un capo fantastico il Dott. Enrico ha un cuore gigantesco e io ora  nonostante la fatica ho gli occhi e il cuore felice !

 

Una Meridiana scandisce le mie ore.

Avevo un Solco nel cuore ma ho seminato curerò il mio lavoro e da qui ripartirò.

Adesso molto Naturalmente e semplicemente vivo!   

Annunci

Monì pensierino

Monica e gli amichetti agosto 2008

La vita è una sola e quindi va vissuta pienamente ogni giorno!
Io ci sto provando davvero nonostante le avversità, le invidie le assurde gelosie. “L’invidia è distrutta dalla sincera amicizia come la civetteria dal vero amore”
Cosa voglio dire? Voglio dire che ho imparato che se c’è qualcosa che non va non necessariamente bisogna buttare via tutto, ma tentare di cambiare un poco le regole del gioco… Di quel gioco meraviglioso che è la vita  provando ad aggiungere un po’ di sale e pepe per aggiustare il sapore…ma non bisogna dimenticare la dolcezza la passione non dimenticare di desiderare  sempre qualcosa in più…fosse anche solo uno sguardo, una parola ,non fatevi mai mancare l’emozione la complicità di due cuori che si cercano e volano nel vento!  Per queste cose non c’è età e non ci sono confini…Un mio amico un giorno mi ha detto una cosa…: “Monì tu sei un cartone animato”! Credo di non averlo mai ringraziato per questa frase ecco lo faccio adesso!
Adesso che l’umiliazione è così forte e fa male voglio pensare davvero di essere un cartone animato!      

 

 

Senza pensare

Quando sei triste da non poterne più prendi la macchina e corri  mi sono detta questo e l’ho fatto!
Gardaland giugno 2008

Non  ho guardato se pioveva  o c’era il sole  per un momento non  ho pensato  al trasloco, al lavoro, non  ho pensato  ai problemi che ultimamente hanno minato  molto la mia gioia di vivere .Due giorni sul lago di Garda! Ho riso fino alle lacrime , camminato tantissimo e visto cose belle!

Monica Lazise giugno 2008

Ho mangiato un risotto mantecato con la Tica un pesce di lago buonissimo, e poi una giornata intera a Gardaland e devo dire che mi sono divertita da matti! Sono fuggita da Atlantide , ho visto i Corsari, La valle dei re, ho fatto il famoso carosello la giostra con i cavalli  ho conosciuto Prezzemolo e la sua casa , ho anche preso il treno  Transgardalad  Express e molto altro ancoratreno di gardaland

…il tempo è volato restano le foto e la voglia di tornarci al più presto sì perché con la promozione compri un biglietto in Giugno te ne regalano uno per Luglio e io ci tornerò! 

la casa di prezzemolo gardaland 2008

Anche se non sembra in questo post parlo d’amore!

Sei minuti due euro

100_0393

Come due anni fa non è cambiato nulla…

NO non è vero sono cambiata io ma cosa mi ha portato?

Non ti azzardare a lagnarti! Non ne hai diritto!

Perché non ne ho diritto? Allora fai prima a dirmi cosa posso e non posso fare…

Non posso dire neanche che sono stata truffata, derubata ,ingannata da un folle editore che si è rubato il mio libro si è speso i diritti che è sparito dove aver fatto a  pezzi più di una vita ?
Questo credo di poterlo dire è la verità!

 Non posso dire neanche che per salvare una persona a me vicino (ora a dire il vero non è più vicina anche se resta mio amico, non dimentico il bene che ha voluto  al mio Milo e non dimentico l’amore che ha per la mia Alessia)  ho perso la casa venduta all’asta!
La mia casa, con le  porte bianche, con il parquet montato a rovescio per poter sembrare una stuoia! Il 31 Agosto non sarà più mia  e come una idiota sentimentale,sto facendo innesti di alcune piante del mio giardino tanto per portare con me qualcosa in più che pochi stracci! Chissà se lasceranno il melograno li sotto ci ho seppellito il mio gatto Silvestro, ma per gli amici ribattezzato Silvio! Chissà se vorranno bene alle mie ortensie…

Non posso neanche dire che ho pianto quando l’ufficiale giudiziario ha portato via i miei mobili mi sono attaccata alla poltroncina della scrivania è da qui che vi scrivo e ho scritto i miei libri! E lui alla fine me l’ha lasciata… scriverò ancora su questa sedia ! Questo credo di poterlo dire è la verità!

Non posso neanche dire che ho paura?

NO non puoi! E anzi hai già detto troppo io con te HO CHIUSO!

Ok ho capito allora te ne andrai anche tu… era scritto,ma prima che tu vada…voglio dirti che il tumore è sotto controllo e che nonostante tutto non mi lascerò vincere!
Allora ciao…salutami almeno!

Sei minuti due euro…è quello che mi è costato saltellare facendo finta di essere felice!  

Mi Sbilancio

graf08b01 

Eccoci qui a fare il solito annuale bilancio  – che poi più che bilancio è uno ‘sbilancio’!)

di questa azienda in amministrazione controllata … dunque, se è controllata, allora c’è ancora speranza di salvare qualcosa… certo che dipende da chi ce l’ha, il controllo…In ogni caso sarà dura, e non credo che in un giorno solo e l’arrivo di un anno nuovo possa fare "miracoli", comunque ripensavo ai chilometri percorsi: li rifarei tutti non scarto proprio nulla!

 

Vediamo…

 

Le cose fatte:

Tante, e non vi voglio annoiare.

 

Le cose lasciate in sospeso (non per mio volere):

Tante, e non vi voglio annoiare.

 

Le cose non fatte

Anche di più, e non mi voglio annoiare io.

 

A conti fatti:

Bilancio di fine esercizio in pareggio. Nessun dividendo, mi spiace per i soci.

…Che stupida, non ci sono soci… sono una ditta individuale… peccato!

Insomma non  ci sono utili, quindi…

Marghetti, si becchi una autopacca sulla spalla e… camminare!!

 

Previsioni per l’anno 2008

Si prevede:

un aumento di lavoro =  divertimento + problemi

Tenere ben presente che:

la concorrenza è spietata, quindi rinnovarsi (e alla svelta) oppure togliersi di torno!

 

Occorre:

occuparsi (tassativamente!) del restyling personale.

– Si ricordi Marghetti, che il suo potenziale è quello di una Lamborghini, ma  non dimentichi mai che lei è una Panda (magari col turbo)! Per cui:correre veloce, produrre, e non lamentarsi (se non il minimo indispensabile).

 

Vacanze e permessi:

annullati in toto, senza eccezioni! 

 

Cappelli scarpe e accessori:

si faccia bastare quello che ha, non si compra più nulla!

 

Sogni e desideri:

la smetta di sognare, cara Marghetti! Sognare è un lusso, di questi tempi…

Si limiti a desiderare solo quello che può avere! Ad esempio: l’architetto lo perdoni, in fondo si è scusato per quello che aveva detto sulla Coca Cola… (non dimentichi di prevedere di accettare l’invito a pranzo).Carlos è tanto che la invita per un aperitivo (anche qui, prevedere senz’altro di accettare, e non rompa sul fatto dell’età…e sul fatto che è il suo insegnante di tango però un crodino, uno solo…).

 

Investimenti (sentimentali):

Qui, Marghetti carissima, la devo proprio invitare a essere un po’ più prudente… L’amore è per definizione investimento rischioso, e sembra che lei si ostini ad aspettarlo…(ma forse l’articolo non è a disposizione per lei)

 

 

Senta, coscienza, ha ben finito?

Bene,  adesso parlo io.

Io, continuerò a sognare in lungo e in largo finchè mi pare e piace, e se troverò un cappellino che mi piacerà lo comprerò, a pranzo cena aperitivo ci andrò solo se e con chi voglio io! E sull’amore sono disposta a investire il mio cuore, ne più ne meno come l’anno passato, e non sarà certo lei a farmi cambiare idea!

E poi…beh…se lo vuole sapere il 2007 mi ha dato tanti amici,ma mi ha portato via tanto quasi tutto!So di aver fatto il possibile per arginare, per conservare quel poco che ho!Quindi signora coscienza, non può continuare a tenermi frenata…mi lasci andare, mi lasci provare si scolli da me e mi aiuti invece a vivere davvero!

Questo è tutto…

Monica Marghetti

Amministratore unico.

 

 moni 2007

 

BILANCIO APPROVATO E CON ANTICIPO!

 

 

  

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Mancano sette giorni a Natale ho voglia di parlare

con_Tarlo_un_pomeriggio

  Allora non volete sapere di quella sera in cui con le mie amiche del corso di Spagnolo si decise di andare a San Lazzaro al Bowling… Dove per via del mio peso mi diedero la boccia rosa da bambini, non tenendo conto però che ho le mani grandi…

…Ecco la Marghetti al tiro, boccia in mano. Licia (è bravissima) che mi dice fai così… fai colà, prendi la rincorsa e lancia il più dritto possibile…

Ecco appunto…non lo volete sapere.  Beh, pazienza…(rido).

 

E neanche volete sapere di quella giornata…

Marradi Maneggio, sììì… tutto il branco delle "smesse" a cavallo. Io adoro quell’animale, però a differenza di Claudia, Simona e Gabriella io non ci ero mai salita sopra. Comunque mi presentai vestita modello Calamity Jane, cappello e  frange comprese, che ridicola!

Il titolare del maneggio, un omone di poche parole, stava assegnando il cavallo a tutte… e io raccomandavo di darmene uno tranquillo. Lui mi guarda e dice: "Tu, con quella faccia che ti ritrovi… Eheheh… ti darò… ti darò…Fulmine!".

Ah, già, ma non lo volete sapere… (rido molto). Beh, pazienza anche stavolta…

 

 

E che per anni ho fatto l’abbonamento al Teatro Duse di Bologna, e che ci andavo con Roberta sempre il giovedì sera… nemmeno questo volete sapere…

Nel pacchetto comprato in Internet, oltre ai classici era compreso anche lo spettacolo comico.Bene… chi mi conosce dal vivo sa che risata ho io… e a chi non mi conosce, a quanto pare non va di saperlo…

Quindi com’è che a un certo punto la Premiata Ditta abbia smesso di recitare perché piegata in due dal ridere, no, non lo volete sapere. E quindi non ve lo racconto… Eheheheheh!

 

Invece, e a me fa piacere saperlo, volete la pagina 141 del mio libro, che se per certi versi vi ha fatto (non a tutti, è ovvio) piangere, però  possiede al suo interno alcuni attimi meravigliosi di amore oltre ogni limite, e tanti, tanti indimenticabili sorrisi…  (ora sorrido, infatti!)

 

 

Voglio urlare, pag. 141

 

Castelfranco Emilia.

Noi si andava a turno a trovare Milo in carcere.

Lui mi vedeva bellissima: come facesse me lo domando ancora.

E di me parlava anche con gli altri detenuti.

Bisogna che spieghi che un paio di mesi prima ero stata intervistata fuori dal solito supermercato. Non potevo nemmeno immaginare che in realtà si trattava di una selezione per la partecipazione allo spot televisivo di un famoso detersivo.

Ma ci credi che hanno preso proprio me?

Così mi ritrovai sulle varie reti televisive a raccomandare con convinzione l’acquisto di quel detersivo piuttosto che di un altro.

Lo spot andò in onda per tanti mesi, ma io non ne avevo fatto parola con nessuno.

Cosa vuoi che ti dica, mi vergognavo.

Ma un bel giorno, in refettorio, Milo che neanche a dirlo stava parlando di me, all’improvviso si vede comparire in televisione la mia bella facciotta.

Lui sgrana gli occhi: eccola, è lei mia sorella, è lei!!

Non si può dire com’era felice: una sorella famosa!

La settimana dopo, durante il solito colloquio, mi vedo recapitare da un Milo felice e orgoglioso una pila di fogli dei vari Angelo, Antonio, Piero, Peppino, con solenne richiesta di autografo possibilmente con dedica.

 

Lui mi amava alla follia.

E così io amavo lui.

Ma forse davvero e per davvero non glie l’ho mai detto.

Sorrido, ma mi manca da morire.

 

Per tutti i bambini e non…adesso è Natale:  http://offart.splinder.com